giovedì 14 agosto 2008

15 - CAMBIAMENTI D'UMORE

Il ritmico frinire di insetti invisibili scandisce il tempo della notte tropicale, mentre come due ombre Gilead e Hearst si muovono furtivi nelle strade vuote del villaggio, fino a raggiungere il retro della casa di Don Teodoro.
Attraverso le imposte chiuse della stanza di Christina, l'udito acuto dell'elfo riesce a cogliere un bisbigliare sommesso... "Amore mio"... ancora quelle parole, distintamente! Il sussurrare continua per oltre venti minuti, ma l'elfo non riesce a captare il resto del discorso.
Cercando di non fare rumore Gilead fa scivolare il suo stocco attraverso le imposte, per sollevare il gancio che le chiude. Il gancio è duro ed il tentativo fallisce: Gilead, per evitare di attirare l'attenzione della giovane, decide di rinunciare.
La mattina seguente Christina esce dalla sua stanza sorprendendo tutti quanti, in condizioni visibilmente migliori rispetto al giorno precedente. Il suo aspetto è decisamente più rilassato, anche se il pallore sul suo viso è un indizio inconfutabile del suo tormento.
La ragazza manifesta il desiderio di visitare il Santuario nei Campi, dove Julian è morto. Lidia si offre prontamente di accompagnarla, ma Christina la mortifica chiedendo che siano Declan e gli avventurieri ad andare con lei.
Con una scusa Juan si stacca dal gruppo, e approfittando dell'assenza di Christina si intrufola nella sua stanza passando dalla finestra sul retro. La speranza di trovare indizi utili però, svanisce in fretta: a parte un po' di disordine, nella camera della sposa sembra essere tutto in ordine.
Nel frattempo Christina e gli altri raggiungono il Santuario nei Campi, e la ragazza si china vicino al basamento dove Julian è morto. Si commuove e piange sommessamente.
Dopo un tempo interminabile, Declan l'avvicina e l'accarezza, dicendole con delicatezza che è giunto il momento di andare. La reazione di Christina però è incontrollata... trema... si agita... urla... rifiuta istericamente di andare via... infine sviene.
Gli avventurieri riportano la povera ragazza a casa, dove Don Teodoro, a seguito dell'evidente episodio di disturbo mentale della figlia, prega Don Adelmo di visitarla.
Nel cuore di tutti però ci sono già tutte le risposte, anche se sembra che nessuno abbia il coraggio di ammetterle apertamente... quel dolore, troppo forte, l'ha portata alla follia...

4 commenti:

Dedowar ha detto...

devo ammettere che la storia dello stocco con cui non riuscivo ad aprire la finestra è stata piuttosto frustrante... finché non si è capito il perché, almeno...

ferdi ha detto...

credo sia più frustrante essere uccisi dal gorilla

ferdi ha detto...

bisognerebbe mettere delle emoticon

Ale ha detto...

ehi! non anticipare avventure successive! il gorilla non è ancora stato menzionato!
Emoticons :) :( ;) :P :D XD O_O T_T *_* etc etc
Su un po' di inventiva!!!