mercoledì 1 luglio 2009

102 - EUFORIA SELVAGGIA

Xokleng non riesce a credere ai propri occhi, mentre Gimble mostra l'Idolo del Fuoco e il bastone di Azawak.
Kerabi spiega con parole concitate gli avvenimenti degli ultimi giorni. I Desana ascoltano, increduli, le parole del loro guerriero, incomprensibili alle orecchie dei nostri eroi, ma palesemente cariche di apprezzamento ed euforia.
Xokleng fa intendere che questa volta gli avventurieri verranno trattati come eroi: l'Apocalisse è scongiurata, e questa notte in loro onore si terrà una grande festa.
Juan assiste alla scena nascosto nella giungla a ridosso del villaggio, oltre le fosse di catrame: visto lo "screzio" avuto a suo tempo con lo Sciamano del Fuoco, trascorrerà la notte appartato nella vegetazione circostante.
Il buio cala sui fuochi, sui balli, sui canti della tribù. Cibi e succhi esotici vengono offerti in gran quantità agli avventurieri, che pur stanchi e provati, non riescono a fare a meno di lasciarsi andare, almeno per un po', almeno per una sera.
I rituali si susseguono; Xokleng fa prendere un debole della tribù: gli avventurieri non faticano a intuire le intenzioni barbariche dello sciamano.
Isabel e Rune, particolarmente contrariati dall'idea di un sacrificio in loro onore, raggiungono Kerabi, che nel frattempo si ciba e si sollazza come un re.
Comunicando un po' a gesti, un po' grazie agli incantesimi della chierica, i due cercano di convincere Kerabi a fermare il rituale. Il guerriero, stupito, non capisce perché dovrebbe intervenire: la vittima è un debole!
Nel frattempo, il totem viene acceso e anche Xokleng comincia ad ardere, mentre i guerrieri Desana trascinano il malcapitato con le corde. Ma proprio mentre il rituale si accende, e la tribù intona ritmicamente il nome dello sciamano, Rune si intromette. Seguito poi da Gilead, da Isabel, da Gimble, infine da Hearst. Il messaggio per Xokleng è chiaro: nessun sacrificio umano in loro onore.
Lo sciamano inizialmente non capisce, ed è quasi esterrefatto. Poi con disprezzo dice qualcosa ai due guerrieri che tengono la vittima, i quali la scagliano ai piedi degli avventurieri. Il giovane Desana comincia a baciare i piedi di Rune, piangendo: Xokleng ha regalato loro la sua vita.
La notte cala sul villaggio dei Desana Kariri.
I festeggiamenti vanno spegnendosi, mentre Xokleng esaurisce i suoi ultimi doni. Lo sciamano omaggia gli avventurieri con un meraviglioso opale di fuoco, e per concludere offre loro i servigi delle più belle fanciulle della tribù.
Hearst sorride compiaciuto. Questa notte non andrà in bianco. In tutti i sensi...

5 commenti:

Ursha ha detto...

Immagine un po' discinta...

Siamo sicuri che questo blog non stia finendo in fascia protetta?

KUDUK ha detto...

quando il gioco si fa duro, Hearst comincia a giocare...

Ale ha detto...

era un po' che non vedevo commenti, e ho provato con un po' di figa...
come al solito funziona sempre!! :)

Anonimo ha detto...

Ciao Ale,
come promesso rieccomi qui, ho potuto leggere tutte le avventure del tuo gruppo, e devo farti i complimenti se la tua abilità di Dm è pari aquella di narratore allora il tuo è un gruppo davvero fortunato, ma penso che loro lo sappiano già! Mi piace molto l'ambientazione che mi ricorda la costa selvaggia del ciclo RED STEEL, ci vedrei bene un elfo di Belcadiz o un Destrezza! Adesso ritorno tra le mie amate nebbie ci risentiremo sicuramente prima o poi.
Saluti da Mr. Mist

Ale ha detto...

Ciao Mr.Mist, e grazie dei complimenti! Li estendo anche ai miei giocatori, perchè se è vero che il DM crea l'avventura e la indirizza, è anche merito loro se la stessa non viene banalizzata, grazie all'interpretazione profonda e attenta dei PG!
E' vero, i luoghi che per il momento vedono impegnato il gruppo ricordano red steel, che tuttavia conosco solo di nome, non l'ho mai utilizzata...
Come vedi l'ambientazione è home-made, e molti luoghi sono solo abbozzati o ancora tutti da definire... tuttavia il mio progetto è quella di far "crescere" il mondo assieme alle campagne, lasciandomi aperte quindi molte possibilità! :)
Cmq continua a seguirci, quando esci dalle nebbie non dimenticarti di passare a trovarci ;)
Grazie ancora!