martedì 30 dicembre 2008

59 - IL GORILLA

"Ormai è buio pesto, non possiamo rischiare di perderci, è meglio fermarci qui" dice Gilead.
Il villaggio abbandonato dei coboldi non è certo il luogo più accogliente al mondo, ma sicuramente è meglio della foresta tropicale.
Gli avventurieri decidono di riposare qua e raggiungere la spiaggia la mattina seguente.
Mentre preparano il campo per la notte, un grido rabbioso, probabilmente di una grossa scimmia, riempie la notte.
"Non era lontano..." dice preoccupato Gimble.
"No, non era per niente lontano. Teniamo gli occhi bene aperti e facciamo turni di guardia questa notte. Ma non dovremmo essere in pericolo: le grosse scimmie di solito non attaccano se non vengono disturbate" gli risponde il ranger.

Hearst tenta disperatamente di non addormentarsi. I turni di guardia non sono mai stati il suo forte.
Ad un tratto due grida orrende si diffondono nella tranquillità della notte, talmente forti e vicine, che non c'è bisogno che il guerriero svegli i compagni per metterli all'erta.
Un rumore violento di vegetazione spezzata segue le grida, assieme all'incedere rapido di passi pesanti.
Gli avventurieri si armano, ma a parte Hearst, nessuno degli altri ha il tempo di vestire le proprie protezioni, prima che una enorme scimmia inferocita sbuchi dalla foresta fitta facendo il suo ingresso nella radura dei coboldi. Il grande primate volge il suo sguardo sul gruppo, ruggendo minaccioso.
Gilead suggerisce ai compagni di indietreggiare e lasciarlo fare. L'elfo osserva la scimmia e i suoi comportamenti: si tratta di un gorilla, una femmina; viste le mammelle, probabilmente ha avuto da poco dei piccoli, ma non sono con lei.
Gilead non vuole combattere con la scimmia. Proverà a calmarla con le sue abilità di empatia animale.
Il ranger la fissa negli occhi. E' una questione di sguardi e gesti, di comunicare tranquillità alla bestia. Gilead si rende conto fin da subito che il compito è arduo: questa gorilla è inferocita, probabilmente... cerca i suoi piccoli... estenuata dai non morti... cerca tra i cadaveri degli zombi attorno, senza trovari i suoi figli...
La bestia grida feroce alzando le braccia. Per Gilead è come risvegliarsi da una trance mentre l'empatia si spezza. "Attenti!!!" urla ai compagni, provando una ritirata, ma il gorilla gli è addosso e lo colpisce violentemente con un pugno d'esterno. Gilead sente solo il gusto del sangue in bocca, mentre cade a terra senza sensi.
Gli avventurieri si gettano sull'animale ferendolo ripetutamente, ma la bestia è resistente e i suoi colpi di una forza inaudita. Rune e Isabel subiscono gravi ferite, e solo grazie ai poderosi colpi di Hearst alla fine il gorilla cade a terra stremato, esalando il suo ultimo respiro.
(Ill. Silverback, by Miss--B)

15 commenti:

Dedowar ha detto...

Bella questa avventura, me la ricordo bene! Accidenti, se solo mi fosse venuto un tiro decente di empatia animale, non avremmo dovuto combattere!

Ale ha detto...

ci credo che la ricordi bene! lo sganassone che s'è pigliato il tuo elfo t'ha spazzolato via tutti i pf in una botta sola!!!
a dirla tutta a quest'ora Gilead dovrebbe essere sdentato! :)

Anonimo ha detto...

Bravi ragazzi ^^
Mi sono commossa a vedere un altro gruppo affiatato come il nostro a raccontarsi avventure e... Disavventure :)
Ciao ragazzi!!!
Teniamoci in contatto :D

Ale

http://blog.libero.it/tavernadeldrago

Ale ha detto...

Ciao, benvenuta e grazie!
Spero ti divertirai anche tu a seguire le nostre avventure (non farti intimorire, i post sono tanti ma brevi :))!!

A presto!!!

steve ha detto...

peccato per la pelliccia,sai che figata portarci a casa quella di una gorilla????!!!!!!!

Ursha ha detto...

Si in effetti mi pare giusto. Uno incontra un gorilla che quasi gli fracassa la testa e il primo pensiero è:
"Hei cavolo voglio la pelliccia!"

Ale ha detto...

la botta alla testa fa sragionare!! :DD

Dedowar ha detto...

Benvenuta anche da me alla nuova ospite! ^_^

@Ale: cavoli, hai ragione, non ci sono mica né dentisti né chirurghi plastici, come fanno gli elfi a rimanere sempre fighi? Con la zampata che ha preso, il mio Gilead dovrebbe avere il carisma di un toporagno!

@Steve: sì, sai che bello girare ai tropici con la pelliccia sulle spalle (anche se sappiamo e tutti i lettori sapranno... ops... stavo per anticipare qualcosa... Ale ha già capito). E poi, dai, tutti i guerrieri fighi da dio con pelli di lupo, orso, leone etc. etc. e tu mascherato da scimmione?!?!??!?

Ale ha detto...

eh... ma sai, il nostro Hearst viene da nord, dal continente! lui va in giro anche ai tropici con la coperta di lana! ;)
cmq chi ha mai detto che il tuo elfo è figo? lo sanno tutti ora che sei deforme a causa delle manate in faccia che hai preso dalla scimmia!
altro che mezzelfe fighe che t'abbordano d'ora in poi! Fossi in te comicerei a puntare qualche bella gnoll!

steve ha detto...

cavolo ragazzi ma non avete capito che il pg è avido e futile?????????????!!!!!!!!!!!!!!!!!!
!!!!
la prox volta fatemi trovare un lupo allora.........e se non c'era la mia coperta col cavolo che si riusciva a fare quello che si è fatto più avanti.......e poi io non ci dormo per terra con tutti gli insetti e poi l'umidità.........

Ale ha detto...

tranquillo, ho ben presente com'è il tuo personaggio :)
guadagna, raccatta cose inutili, perde tempo e sprepera il suo denaro in zoccole!...e quando ha in mano indizi fondamentali tarda a dirlo ai compagni!!! ;)

steve ha detto...

...ma questo è il suo bello.....

ferdi ha detto...

@ STEVE
stivali di pelliccia di gorilla saranno la nuova moda quando andremo nei paesi nordici....già me li immagino....troppo fighi

ferdi ha detto...

perchè è essere futili scuoiare un gorilla morto? per farsi gli stivali nuovi?

Ale ha detto...

infatti... c'è chi si cuce i pantaloni (vedi post successivo)!