giovedì 20 agosto 2009

114 - LADY NOTTE

La stanza al piano superiore della Casa che non c'è profuma di incensi ed essenze di paesi lontani.
Hearst viene pervaso dai suoi sensi. Un letto a baldacchino, lenzuola profumate. Una vasca da bagno, lavorata, cesellata, con acqua e petali di rosa. Candelieri lungo le pareti che diffondono una luce soffusa che si mischia alla porpora dei tendaggi.
Occhi Blu precede Hearst con passo sicuro, verso la donna comodamente rannicchiata su una sfarzosa poltrona. Due ancelle esaudiscono i suoi voleri, e lo fanno aggraziate, come fosse una danza, come fossero farfalle.
La bellezza della matrona è sconcertante. Indossa una maschera ricamata, come se potesse aiutarla a non sconvolgere i suoi ospiti con il suo fascino.
Occhi Blu le bisbiglia all'orecchio, quindi le bacia la guancia.
Hearst rimane fermo e osserva, come paralizzato in quest'atmosfera onirica.
"Benvenuto, mio gradito ospite. Io sono Lady Notte, la matrona della Casa che non c'è."
Lady Notte lascia scivolare le gambe giù dalla poltrona, accompagnate dal sottile abito di seta nera.
"Occhi Blu non è una ragazza qualunque, caro Hearst. Occhi Blu è la mia preferita. So che le hai donato un regalo prezioso per averla, il tuo desiderio dev'essere davvero forte. Tuttavia, Occhi Blu non vale una pietra, Hearst..."
"Dimmi cosa desideri e te lo porterò!" esclama Hearst.
"Non è facile, Hearst. Nessuno finora è riuscito a donare a Occhi Blu ciò che più desidera..." la voce di Lady Notte diventa un bisbiglio. "...la libertà..."
Il guerriero corruccia lo sguardo, confuso. Una strana inquietudine lo pervade: "Cosa vuoi dire?"
Lady Notte sorride: "Hearst, tu sei un combattente, un guerriero, una persona forte e di valore. Ciò che ti sto per chiedere è di regalare alla mia prediletta quel che sogna, ma non giungere a conclusioni o giudizi affrettati. Sappi che se accetterai la mia richiesta, avrai reso un grande servigio alla Casa che non c'è, e pertanto potrai godere anche dei miei favori: ti garantisco che non sono in molti ad avere questo privilegio."
Hearst guarda le donne nella stanza, sempre più confuso. La matrona fa un cenno per invitare Occhi Blu a parlare. La ragazza avanza verso il guerriero, e poggia le mani sul suo petto:
"Ciò che più desidero, è la morte di mio fratello, Patrick Alivonde."
Hearst sgrana gli occhi, ma Lady Notte interviene prima che riesca a dire qualunque cosa: "Non essere affrettato, Hearst. Posso spiegarti meglio. Il motivo per cui vogliamo la morte di Patrick è dovuto alla persecuzione di quest'ultimo nei confronti di sua sorella. Occhi Blu ha *scelto* di vivere alla Casa che non c'è, ma suo fratello è stato incapace di accettarne la decisione. Egli crede che sua sorella sia stata costretta, che io l'abbia soggiogata e la tenga prigioniera. La questione di per sé non sarebbe un problema, se non fosse che Patrick è divenuto violento e tenta in tutti i modi di far chiudere la casa di piacere. Finora sono riuscita ad arginare i suoi tentativi grazie alle mie conoscenze, ma ciò che mi preoccupa di più sono i suoi comportamenti. Più volte Patrick ha provato ad avvicinarsi alla Casa, urlando e minacciando, intimando a Occhi Blu di tornare da lui. Finora nessuna delle ragazze è stata ancora aggredita, ma temo che questi suoi sfoghi possano degenerare, e metterle in pericolo. Non voglio che debbano essere preoccupate ogni volta che escono da qui."
Hearst è confuso e combattuto. La sua capacità di giudizio è messa a dura prova. Da una parte l'ardore nei confronti di Occhi Blu. Dall'altra l'assurda richiesta di Lady Notte: Hearst non si sente un assassino.
"Che bizzarro concetto di libertà è vivere in un bordello?!?" esclama Hearst, provocatorio.
Occhi Blu lo fissa, certa della sua risposta: "La libertà di disporre del mio corpo come meglio credo, e di scegliere l'uomo con cui passerò la notte. Guardati intorno Hearst, guarda il mondo in cui viviamo: quante donne possono vantare questo privilegio?"

17 commenti:

Anonimo ha detto...

Mica pensava di cavarsela con l'acqua marina...
ciao
J

Ale ha detto...

La dimostrazione che con le donne non è una questione di soldi! ;p

Anonimo ha detto...

Ciao Ale sono tornato dalle ferie, e sono felice di vedere il seguito delle vostre avventure! Come alcuni avevano pronosticato, l'interesse nei confronti di Occhi Blu sta portando Hearst ed il gruppo a scelte radicali! Forse la chierica Isabel può avere un'idea più assennata sulla faccenda: riflettere prima d'agire onde evitare di pentirsi poi...
Salutoni da Mr. Mist!

Ale ha detto...

Già....... ma purtroppo Isabel non sa nulla della faccenda.
Il buon Hearst sta facendo tutto di testa sua...

KUDUK ha detto...

hearst, ragiona!!!! non ti accontentare, ti conviene chiudere la porta del bordello e violentarle tutte

Anonimo ha detto...

Se fosse bastato un regalo costoso e/o azzeccato, in molti ci sarebbero già riusciti. Ora vedremo con cosa ragiona Hearst...
J

Ale ha detto...

No Kuduk! Che fai! Non istigarlo alla violenza!

@J: Ti garantisco che difficilmente Hearst ragiona con la testa... ha il baricentro del cervello spostato decisamente più in basso!

Anonimo ha detto...

Ho come l'impressione che Hearst per voler troppo ficcare si stia ficcando in un gran casin... pardon... in un grosso guaio!
Ciao da Mr. Mist!

Ale ha detto...

Ultimamente è consuetudine per Hearst (ma anche per gli altri del gruppo) andarsi a cacciare nei guai, che generano guai più grossi, e a loro volta generano guai ancora più grossi, e....

Libertè ha detto...

Anche tu scrivi davvero bene...teniamoci in contatto!

AshuraFantasy ha detto...

Complimenti per il blog (molto ben organizzato e strutturato)... c'è molto da leggere, cercherò di mettermi 'in paro' quanto prima, ma è sempre divertente leggere i resoconti delle altrui campagne.
Il risultato è sempre stupefacente - letterariamente parlando e in merito alle dinamiche di gruppo anche... lo so bene visto che mi sono cimentato io stesso nell'impresa.
Un saluto e grazie per aver commentato il mio articolo su AD&D :D

Libertè ha detto...

ahah!Scusa Ale!
Quello è l'otto..ho solo scritto male io!^^

Ale ha detto...

@AshuraFantasy: è vero, ho scritto tanto, ma i post sono brevi, proprio per non appesantire la lettura. Vedrai che non ci vorrà molto per metterti in pari. Spero davvero ti divertirai a leggere i resoconti (che in effetti stanno davvero dando un risultato inaspettato!)

@Libertè: eh eh, capita! ;)

Se non vi dispiace vi linko al mio blog!

AshuraFantasy ha detto...

Linka pure, ovviamente ricambierò :)

Ursha e No Akei ha detto...

Ieri sera ho riproposto un cammeo di Lady Notte nella mia nuova campagna di D&D. Mi ha sorpreso che siano già passati quattro anni da quando narravi le disavventure di un Hearst giovane e impulsivo

Ale ha detto...

Mi fa piacere che altri usino materiale che viene dalle mie campagne, è come se potesse avere nuova vita. Grazie Ursha!
Se poi vogliamo parlare del tempo che passa... sigh... non farmici pensare... mi sembra ieri che abbiamo giocato quest'avventura e invece è passato un macello di tempo.
Tuttavia c'è una nota positiva: sono passati 5 anni da quando ho aperto il blog e riesco ancora a mantenerlo sufficientemente attivo. Già questo è un ottimo risultato, per niente scontato.

Ursha e No Akei ha detto...

http://ihoschronicles.wordpress.com/2013/09/12/the-speaker-in-dreams-la-festa-di-lady-notte/

Questo è l'inizio della storia, il resto potrebbe essere definito solo come un bordello... scappato persino alle mie mani per la creatività dei giocatori e finito fra le altre cose con la protegè di Lady Notte piegata a 90.