venerdì 9 gennaio 2009

62 - IL POTERE DELLA RELIQUIA

La mattina di Salamanca è piena di vita: la frenetica attività dei mercanti, i profumi delle distillerie, le bancarelle e i negozi nelle vie centrali.
Hearst, Gimble e Isabel si dirigono verso la casa di Larus de Warance, mentre i compagni li attenderanno alla taverna "Stella del Sud".
La via lastricata dove vive Larus è molto meno trafficata delle vie principali, ma altrettanto caratteristica con il suo inerpicarsi curvo sulla collina di Salamanca.
Quando gli avventurieri bussano alla porta vengono accolti dal solito inserviente, che li conduce al salotto al primo piano.
Quando Larus vede entrare i nostri eroi, il suo volto si illumina: "Bentornati! Sono veramente lieto di rivedervi!", ma subito si rabbuia, notando l'assenza di Grey.
"Per favore, ditemi, è successo qualcosa di grave a Grey? Come mai non è con voi?"
Gli avventurieri spiegano a Larus per filo e per segno gli avvenimenti alle Isole Blu, del combattimento con Sharuk, della sua fuga e dell'intenzione di Grey di inseguirlo.
"Noi ci siamo fidati di te, mentre tu dopo aver messo alla prova la nostra fiducia, ci hai preso in giro con tutta la storia del voto di non violenza di Grey... perché?" chiede Hearst.
Larus tace per lunghissimi istanti. "Come Grey vi avrà già spiegato, la sua spada è la nemesi di Sharuk, ma allo stesso tempo egli può percepirla. Era necessario che qualcuno lo scortasse senza sapere che poteva affidarsi alle abilità di un potente paladino. Scegliere voi è stata una sua idea, sapendo ciò che avevate fatto a Tavistock per il Sindaco. Non so altro..."
"Sembra che non ci sia altro da sapere su questa questione, anche se tu e Grey non siete stati così convincenti... ma siamo gente di mondo, lasciamo correre. Piuttosto, abbiamo la Reliquia..." taglia corto Gimble.
"Questa è un'ottima notizia! Ero sicuro che ce l'avreste fatta!" esclama Larus.
"... ma non è qui e non te la daremo per il momento." continua lo gnomo.
Larus guarda sorpreso e dispiaciuto gli avventurieri: "Ma... perché?"
Isabel interviene risoluta: "Perché la Reliquia appartiene alla Chiesa, lo sai bene, e il Monsignore la reclama! Perché vuoi a tutti i costi la Reliquia? A cosa ti serve? Conosci i suoi poteri? Perché è in tuo possesso? Larus, io ritengo te e Grey brave persone, noi ci siamo fidati di te. Ma ora dobbiamo prendere una decisione, e ci serve chiarezza da parte tua."
Larus risponde sicuro delle sue ragioni: "E' vero, il Monsignore ha molto insistito perché donassi la Reliquia alla Chiesa per l'adorazione da parte dei fedeli, ma ho rifiutato. Dovete sapere che Grey aveva già la Reliquia quando lo conobbi, e fu grazie a Grey che capii il significato del Credo dell'Umile. Non so perché fosse in suo possesso. Quando Grey ed io arrivammo sulle Isole Coloviane ci accorgemmo di quanta gente era bisognosa di aiuto, nonostante le promesse di ricchezza di queste terre. Decisi quindi di impegnare tutti i miei averi nella costruzione di questo edificio per sfamare i poveri e gli afflitti. La Reliquia ha un ruolo importantissimo in tutto ciò: ha il potere di creare il cibo. Il mio denaro da solo non basta, e ormai me ne resta poco. La casa di ospitalità non ha entrate. Ecco perché non voglio restituire la Reliquia alla Chiesa: perché la renderebbe inutile per la preghiera dei fedeli, mentre qui non verrà adorata, ma il Beato Berdingal sarà sicuramente felice di sapere che grazie a lui possiamo sfamare le bocche dei bisognosi. Io non vivo nel lusso come il Monsignore, non voglio gloria, non voglio fama , né potere, né schiere di fedeli, né riconoscimenti dal clero. Io aiuto gli altri, senza pretese, con i mezzi che il Signore mi ha dato. Tutto qui. Per questo vi chiedo di riflettere bene su ciò che farete: siete certi di voler ridare l'oggetto sacro alla Chiesa sapendo che qui c'è chi ne ha davvero bisogno?"

2 commenti:

Ursha ha detto...

Questo si che si chiama un dilemma.
Ma poi a questo punto ci si può davvero fidare di Larus?

Ale ha detto...

domanda lecita la tua... tutti i personaggi se la sono posta!
Ma il dilemma è destinato a complicarsi e il confine tra le possibili scelte a farsi ancora meno delineato.
Ti aspetto dopo il prossimo post! ;)