martedì 15 marzo 2011

221 - UMILIAZIONE

"Figlio di puttana!" Rune scatta su Hearst non appena realizza quanto sta accadendo, afferrandolo per la collottola e attaccandolo alla parete.
Isabel urla, tra lo sconcerto e la rabbia. Si avvicina alla sorgente d'acqua, lavando nervosamente via lo scempio del guerriero, come se così facendo potesse lavare via l'onta, l'umiliazione subita.
Il disgusto l'assale. Come ha potuto farlo? Come ha potuto non avere rispetto per una sacerdotessa?
Lo stomaco di Isabel si stringe, le viene da vomitare al solo pensiero, si sente mancare.
Hearst si libera della presa di Rune, ma gli occhi accusatori dei compagni si posano su di lui.
"Sei fortunato che non ho un arco, bastardo, o t'avrei già fatto schizzare quel poco di cervello che hai sul muro dietro di te!" tuona Gilead.
Taleryn lo fissa con sdegno, persino Grolac sembra sorpreso da un'azione così vile.
"Che diavolo ti è saltato in mente Hearst! E' una sacerdotessa!" lo incalza Gimble, stupefatto quanto i compagni.
Hearst tace accigliato, chiuso in un silenzio infantile.
"Ti rendi conto di quello che hai fatto?" gli urla in faccia Gilead. "Ti rendi conto che ancora una volta dobbiamo tollerare la superficialità e la stupidità di un tuo gesto?"
Rune rincara la dose: "Questo si aggiunge all'assassinio del fratello della tua puttana, a tutto quello che ne è seguito e a tutti gli altri episodi di futile idiozia che ti contraddistinguono, vero? Spiegami quanto dobbiamo sopportare i tuoi istinti barbari! Spiegami quanta fiducia dobbiamo continuare a darti sperando che tu diventi non dico maturo, ma almeno affidabile! No, mi dispiace, Hearst. Questa è la goccia che fa traboccare il vaso!"
"Sono d'accordo" continua Gilead. "Non sono più disposto a tollerare le tue nefandezze! Non ho la minima intenzione di sopportarti un minuto di più! Vattene Hearst."
Rune annuisce, sostenendo l'affermazione dell'elfo. Juan osserva Gimble alzando le spalle, senza dire nulla: il verdetto sarà suo.
Hearst se ne sta impalato in silenzio, con sguardo di sfida nei confronti del monaco e del ranger. Gimble si frappone tra loro: "Hearst, credo sia meglio per tutti che tu te ne vada da questo rifugio. E' bene che tu abbandoni il gruppo..."

13 commenti:

Anonimo ha detto...

ma no!
ma che è tutto sto moralismo, dai!!!!
i preti cattolici so arrivati pure su Even...

kili di frattaglie, sangue sparso ai 4 angoli del mondo e tutti che s'offendono per un po' di seme versato dopo mesi di astinenza!!! XD

buuuuuuu

W Hearst!
W Hearst!
W Hearst!

abbasso la chierica bigotta! manco l'avesse violentata!!

>-]

Llukas

KUDUK ha detto...

ma daiiii!!! cos'è il gruppo dei moralizzatori, qui c'è il tuo zampino Ale!!!!

MetalDave ha detto...

Se Hearst viene allontanato, esigo che il master segue le sue avventure, ignorando il resto del gruppo!
HEARST! HEARST! HEARST!

Anonimo ha detto...

...e fa pure bene alla pelle!

XD

Llukas

Mr. Mist ha detto...

Io condanno il gesto di Hearst, anche se devo ammettere che, dalle reazioni del gruppo, sembra che i suoi compagni quasi non conoscano il nostro omone e le sue "debolezze", peraltro debolezze del tutto umane e comprensibili, anche se non per questo scusabili.
Alla fine nel bene e nel male Hearst è Hearst: rozzo, cazzone, perennemente arrapato, ma vero e sincero nella sua cialtroneria!

steve ha detto...

....sono commosso...

Ale ha detto...

troppi attestati di stima, poi si monta la testa. Devo dire che in questo frangente tutti hanno giocato bene il loro personaggio. Se come giocatori ci siamo fatti tutti una risata alla cazzata combinata dallo Steve, pensate alle vostre reazioni se foste stati i personaggi...
Credo che tutti condannereste un gesto simile nei confronti di una vostra amica, come minimo allontanando chi l'ha compiuto, o finendo anche per fare a botte...
In più aggiungeteci il ruolo della sacerdotessa, e il peso della religione in tutta l'ambientazione, e il fatto che Hearst ne aveva già combinate di grosse...

I nostri eroi perdoneranno il muccone arrapato? O saranno costretti a contendersi con lui il cubo per la salvezza? Lo scoprirete nelle prossime puntate!

KUDUK ha detto...

Ale guarda che noi puntiamo il dito contro di te :-) i giocatori hanno ruolato benissimo, ma sei tu che hai imposto al nostro beniamino un tiro per fare quella sciocchezza!!!!

ciao

Ferdi ha detto...

Purtroppo per ogni cazzata che il giocatore dice, c'è sempre il tiro del dato cazzata.....
non è una regola messa da pochi giorni, ma una regola che esiste da molti anni perciò ormai digerita e ridigerita.

Ha fatto 1
pazienza

Ferdi

Ale ha detto...

eh no Kuduk, io ho chiesto un TS Volontà così tanto per avere un parametro su cui dire "non ci stai più dentro". Avrebbe potuto scaricarsi in un angolino, e invece no! Dove lo fa lui? In faccia alla chierica! Questa è tutta farina del sacco di Hearst (per non dire di peggio...), io non c'entro niente!
Devo dire che tuttavia anche da questa che poteva sembrare una cazzata pessima, potenzialmente in grado di rovinare atmosfera e avventura, è nato uno spunto che si è protratto a lungo e ha contribuito a approfondire i personaggi nelle partite a venire.

KUDUK ha detto...

Grande Hearst, sto ancora ridendo!!! :-)

Nicholas ha detto...

Ma come funziona questa regola del "dado cazzata"?
Sembra funny :)

Ale ha detto...

Guarda qua

http://oneshot-tales.blogspot.com/2010/11/ma-cosa-serve-il-d12-un-cazzo.html