giovedì 27 giugno 2013

367 - PIANO DI BATTAGLIA

Due guerrieri kinnin scivolano lungo il dorso della duna, raggiungendo la posizione riparata dove Aghmar e gli avventurieri li attendono. Gli esploratori riferiscono quanto rilevato nella loro avanscoperta alle rovine di Ma'Habb. Ciò che rimane dell'antica fortezza è un grande edificio trapezoidale, adiacente nella sua parte retrostante a mura di difesa decrepite alte una quindicina di piedi. I bastioni abbracciano frontalmente una sorta di cortile composto da rovine sparse, probabilmente vecchie costruzioni ormai crollate, nel quale si trova il grosso dell'accampamento degli gnoll. A detta degli esploratori sono presenti almeno una cinquantina di queste iene antropomorfe.
"Esattamente come ci avevano confessato gli gnoll catturati" constata Aghmar. "A questo punto non credo che abbiano mentito sul resto. Quegli illusi ci minacciavano dicendo che il loro capo Gargash li avrebbe vendicati, e invece gli faremo fare la stessa fine!"
"Come fai a sapere il nome del loro capo?" chiede stranito Juan.
Aghmar ridacchia: "Quei codardi non sapevano più cosa spifferare pur di salvarsi la pelle. Ovviamente non è servito. Ora torniamo alla carovana e prepariamoci all'attacco!"

Aghmar pianta un coltello nel tavolo basso, incidendo la pergamena su cui ha poco prima disegnato uno schizzo approssimativo delle rovine di Ma'Habb. La strategia è decisa.
Il capo kinnin attaccherà frontalmente con i suoi guerrieri l'accampamento gnoll creando un diversivo, permettendo agli avventurieri di scavalcare le mura sul retro della fortezza. L'obiettivo è sfruttare il caos per colpire alle spalle e uccidere Gargash. Morto il capo sarà un gioco da ragazzi sopraffare gli umanoidi in preda al panico.
"Attaccheremo domani prima dell'alba" afferma Aghmar. Quindi si alza e raduna i nomadi in blu. Li incita alla battaglia e loro urlano per lui grida di guerra. Nell'aria l'eccitazione per la promessa del sangue è vibrante.
Cala la sera, si accendono i bracieri e le immancabili pipe. Questa notte nessuno danzerà per i guerrieri, solo il fumo dell'erba pura. Il silenzio li prepara alla battaglia, il Richiamo della Notte li tiene vigili.
Bovak, Hearst e Juan fumano in abbondanza come i kinnin: i sensi si amplificano, l'oscurità è meno buia e l'udito più fine. La stanchezza un ricordo.
Nel cuore della notte si parte per Ma'Habb.

11 commenti:

Mr. Mist ha detto...

Tra sfumazzarsi l'impossibile e accompagnarmi alle ballerine, io alla vigilia della battaglia avrei preferito la seconda! ;-D

Ale ha detto...

...e invece questi si sono drogati come se non ci fosse un domani!

jamila ha detto...

Forse mi servirebbe un po' di quell'erba...

KUDUK ha detto...

Grande Ale, dove la troviamo quell'erbetta?

MaxDZ8 ha detto...

Nulla di meglio di un po' di (poco?) sano doping!

Ale ha detto...

@J: non solo a te...

@Kuduk: in luoghi desertici ombreggiati e ricchi di acqua. Una contraddizione in termini...

@MaxDZ8: no no, altro che poco! quelli si sono bombati a dismisura!

Anonimo ha detto...

Ale, sbaglio o la Campagna sta per giungere alla sua conclusione? arriveremo a quota 400?

Llukas

Ale ha detto...

Sforeremo quota 400. La fine è ancora abbastanza lontana, anche se in effetti al termine di questa avventura inizierà il grosso capitolo che ci porterà all'epilogo!

Mr. Mist ha detto...

Buone notizie Ale allora potremo leggere ancora un bel po',meno male!

Nicholas ha detto...

That's bad!
Cosa leggerò dopo? O_o

Ale ha detto...

Eheheh... non mai affermato che dopo smetterò di scrivere! ;)