lunedì 4 aprile 2011

224 - IL RITORNO DEL CUBO

Il ritorno del Cubo scuote il sotterraneo con un boato.
Gilead apre gli occhi riprendendosi dal suo riposo senza sonno. L'elfo scatta in piedi, allertando i compagni. Ancora una volta il Cubo li ha colti di sorpresa, di alcuni giorni. Impossibile capire se davvero è comparso in anticipato, o se il calcolo del tempo da parte di Taleryn era inesatto.
"Svelti! Non c'è un minuto da perdere!" urla Gilead esortando i compagni. Le speranze di farcela anche questa volta sono minime.
Taleryn si precipita con affanno verso il corno dell'Inevitabile e i cristalli: "Presto, correte! Preparerò l'amplificatore magico per il vostro ritorno!"

Hearst si fa strada strattonando chiunque si frapponga tra lui e la scogliera. Sono molti giorni che il guerriero aspetta questo momento, dopo aver abbandonato il rifugio di Taleryn. La permanenza nelle stanze dei prigionieri è stata snervante, ma non ha fatto altro che rafforzare la sua determinazione: prenderà il Cubo.
Hearst spinge via l'ennesimo ostacolo. Aveva volutamente evitato di sostare nella stanza più vicina alla Torre dei Cubi, quella precedentemente occupata dal negro: gli sarebbe costato diverse risse anzitempo. Ora invece si tratta solo di spintonare e recuperare uno svantaggio minimo rispetto ai primi che si sono già tuffati, sempre che non ci pensino i morti affogati a fermarli.
Già, i lacedon. Il pensiero di quei mostri fa rabbrividire Hearst. Li immagina imprigionati nel freddo delle acque sotterranee, coi loro occhi vitrei, in attesa delle prossime vittime su cui scaricare la frustrazione del loro fallimento. Immagina Pequeño tra loro. Immagina che potrebbe essere quello il suo destino, e la cosa lo angoscia, ma non è il momento di pensarci.
Con un balzo dalle rocce, Hearst si tuffa.

11 commenti:

Mr. Mist ha detto...

...Ed Hearst scatta sulla fascia, imprendibile! Forza bestione che ce la fai!

Ale ha detto...

Un assaggino visto che era parecchio che non scrivevo...
Nei prossimi giorni dovrei tornare a pieno ritmo!

jamila ha detto...

In effetti cominciavo un po' a preoccuparmi del tuo silenzio... :-)

Ale ha detto...

Non temere, tornerò presto a ritmi "normali"!

Anonimo ha detto...

Dammi una acca: ACCA!
Dammi una e: E!
Dammi una a: A!
Dammi una erre: ERRE!
Dammi una esse: ESSE!
Dammi una ti: TI!

Hearst! Hearst! Hearst!

Hearst! Hearst! Hearst!

Llukas

Ale ha detto...

oddio... no... non era questo che volevo...

poi il muccone si monta la testa... davvero...

...e combina altri disastri...

Anonimo ha detto...

a parte Gimble, qualche rara volta Rune, gli altri Pg li sento piuttosto anonimi.
Hearst è uno dei pochi pg ad apparirmi veramente "vivo" dai tuoi racconti.
magari in gioco è diverso, boh;

Llukas

Ale ha detto...

No, non è così, e te lo dimostreranno in futuro... :)
In gioco poi è molto diverso che nella narrazione. Narrativamente parlando Hearst offre un sacco di spunti (anche perchè ne combina un sacco, mentre gli altri personaggi sono più "seri") e nel racconto sono facilitato, quasi incentivato a puntare su di lui come "protagonista" sebbene non lo sia.
Forse c'è anche il fatto che sono io stesso che non sono in grado di "rendere" allo stesso modo tutto i personaggi, spero non me ne vorranno i miei giocatori.
A mia discolpa posso solo dire che il blog romanzato *non* è un diario di avventura (per quello abbiamo un file di gioco), ma un mio sfizio, un racconto, un esperimento narrativo, per cui non mi sento di dover equamente rappresentare tutti, ma scelgo deliberatamente di approfondire alcuni eventi o personaggi piuttosto che altri, a seconda di come li ritengo più efficaci per il godimento della lettura.

Anonimo ha detto...

ci mancherebbe altro, fai bene!
apprezzo ugualmente, però poi succede che nasce l'Hearst-Mania!

XD

Llukas

ihoschronicles ha detto...

"A mia discolpa posso solo dire che il blog romanzato *non* è un diario di avventura (per quello abbiamo un file di gioco), ma un mio sfizio, un racconto, un esperimento narrativo, per cui non mi sento di dover equamente rappresentare tutti, ma scelgo deliberatamente di approfondire alcuni eventi o personaggi piuttosto che altri, a seconda di come li ritengo più efficaci per il godimento della lettura."

Ti avevo scritto una risposta stamattina, ma sbagliando ad autenticarmi era andata presa e riscrivendola era diventata un poema.

http://ihoschronicles.wordpress.com/2011/04/10/da-gdr-al-racconto/

Ferdi ha detto...

Non è che gioca solo Hearst

Solo perchè è più "scalmanato" ha tanto materiale da proporre.

Credo che più avanti col romanzo, anche gli altri personaggi che ora sono messi in ombra dalle malefatte dal guerriero, avranno più spazio o almeno qualcosa da raccontare