mercoledì 3 febbraio 2010

150 - DIGNITA'

E' ormai notte fonda quando i nostri eroi rientrano a Puerto del Principe. La discesa dal passo verso le miniere che sovrastano la città, e quindi verso le vie cittadine, è accompagnata dai rumori della natura, unica superstite nel silenzio di quella che appare come una città morente; il borbottio baritonale del vulcano è via via sostituito dalla risacca del mare sugli scogli.
I cavalli si fermano di fronte ad un'abitazione nella zona periferica poco distante dal sentiero per le fucine. Una casa semplice, povera, ma dignitosa. Dalle imposte filtra la luce debole di una candela: come ci si poteva aspettare, Inocencia non ha chiuso occhio.
Isabel incrocia lo sguardo di Rune e Gilead. La chierica non ha detto una sola parola durante la strada del ritorno. Le frasi e i comportamenti di Juan devono averla ferita profondamente.
Il monaco e l'elfo annuiscono, e scendono da cavallo. Insieme alla sacerdotessa si avviano verso l'uscio, e bussano.
Solo pochi istanti, ed Inocencia accorre ad aprire. Ma le basta uno sguardo, solo uno sguardo per capire. I suoi occhi di madre si riempiono di lacrime, e nascondendo il volto tra le mani, si lascia andare ad un pianto sommesso.
I tre avventurieri riaccompagnano la donna all'interno. Isabel le sussurra parole di conforto, pur sapendo benissimo di non poter lenire il dolore. Un dolore lancinante, sofferto sottovoce. Isabel guarda ammirata questa donna. In realtà guarda ammirata questa gente. Quella comune, su cui si riversano le tragedie più forti, i dolori più grandi. Quella gente che non ha i mezzi per lottare, e quando ce li ha, spesso fallisce. La loro sofferenza è quella che non si vede, che non si sente, che passa in secondo piano rispetto alle piccole e alle grandi questioni. Anche ora, questa madre piange in silenzio per non svegliare i suoi altri due bambini.
Gilead lascia un sacchetto sul tavolo della piccola sala. Contiene denaro. Molto più di quello corrispondente al valore dell'argento. Poi l'elfo fa un cenno a Rune, e i due escono dalla casa.
Isabel sente un groppo in gola, mentre osserva Inocencia, e s'interroga. Costoro non hanno nulla, non sanno nulla. Eppure, da costoro c'è molto da imparare...

33 commenti:

Mr. Mist ha detto...

...Un post bellissimo... mi ha fatto venire un nodo in gola! Grazie Ale per l'emozione che mi hai dato!
Un commosso Mr. Mist

Anonimo ha detto...

Sì, bel post.
Ciao
J.

Dedowar ha detto...

Bella Ale! Reso splendidamente!

Ale ha detto...

Grassie....! :)

Ale ha detto...

Ma è fantastico, lo shinystat mi dice che ho sforato le 10.000 visite!
Ce n'è di gente che perde tempo su internet.... :)

jamila ha detto...

Beh, tu come riempi le pausette?

Ale ha detto...

hai ragione... :)

Mr. Mist ha detto...

Personalmente i momenti che passo con voi amici di blog non li ritengo delle semplici "pause" o riempitivi, bensì degli istanti di quiete senza cui la mia giornata sarebbe veramente lunga e pesante! Purtroppo il lavoro e le sue problematiche mi impediscono di stare con voi quanto vorrei e devo visitare in pochi minuti magari 3-4 blog. Se vedo qualcosa che posso leggere subit: meglio altrimenti, me li leggo a casa!

jamila ha detto...

Se ultimamente sto rompendo così tanto, è perché devo stare parecchie ore al computer (e purtroppo per delle cose che non vorrei fare e di cui mi importa poco). Non c'era nulla di riduttivo o dispregiativo nell'espressione "riempire le pausette". Una sana e vitale boccata d'aria...
J

Mr. Mist ha detto...

@Jamila: credo che tu abbia frainteso il mio intervento. Non intendevo stigmatizzare la tua espressione "riempire le pausette", (anch'io di fatto riempio i tempi morti nel mio lavoro curiosando sul web: quindi riempio le mie pausette), semplicemente volevo puntualizzare quanto "sano terapeutico, divertente" ... e chi più ne ha più ne metta, sia diventato il quotidiano momento di visita, discussione confronto e se vogliamo pure ca..eggio: con te, ma anche con Ale, Steve, Dedowar (auguri!), Rune, Kuduk, Libertè, Cik, Malik, Bardoscuro, Tony e tutti gli altri che non cito!
Lungi da me anche solo insinuare che tu rompi, anzi ancora grazie a te ed Ale e quanti altri hanno blog su cui bazzico per i momenti di svago fornitimi!
DENCHIU'
Affettuosamente Mr. Mist

steve ha detto...

...è vero auguri dedone!!!quanti sono 22/23?

Ale ha detto...

Finchè qualcuno visita e chiacchera su questo blog, io posso solo essere contento! nessuno rompe, anzi, se non ci foste voi, qui sarebbe un mortorio, soprattutto da quando mi hanno oscurato il sito al lavoro, visto che posso "partecipare" solo da casa... hai voglia come diventa lunga la giornata senza le pausette (anche se per fortuna, one-shot non me l'hanno ancora beccato ;))

@Steve: eeeeeeehhh, altro che 22/23!!! Ormai qui è un ospizio!!!
I suoi 33 non glieli toglie nessuno... e comunque aspetta domenica a farglieli... non si sa mai che non ci arriva!

jamila ha detto...

Oh, andiamoci piano con "l'ospizio", signori... per piacere!!! Qui magari sì che potrei anche offendermi ;)

@Mr. MIst: nessun fraintendimento, perché stiamo dicendo la stessa cosa. E lo so benissimo che tu non hai insinuato che "rompo": l'ho detto io!!
(perché diciamocelo, a volte rompo...)


Auguri a Dedowar e salutoni a tutti gli altri!

Ale ha detto...

Non sia mai J! Non mi riferivo certo a una fanciullina come te! ;)
Ce l'avevo con i miei vetusti giocatori!

steve ha detto...

l'importante è sentirsi giovani dentro....

jamila ha detto...

Diciamo che c'è un piccolo scarto tra "età reale" e "età percepita"...

Dedowar ha detto...

Grazie a tutti per gli auguri!!! ^_^
E, per inciso, vorreste portare i 33 come li porto io, eh? Senza pancetta e, soprattutto, con TUTTI i miei capelli! Invidiosi! ;-P
Ok...comincio a pensare a un altro personaggio, il mio l'ho condannato a morte ora....

steve ha detto...

non l'hai condannato tu, ma la prossima volta che deciderà di mettere nello zaino 0,5 kg in più di peso.....ne resterà schiacciato!

Ale ha detto...

E' inutile Dedo, la panzetta arriverà bastarda e inesorabile anche per te, come anche la calvizie... stai solo prolungando la lenta agonia verso l'inevitabile destino di ogni maschio di razza umana! ;p

P.S.: la panza è la batteria del trapano.....

KUDUK ha detto...

Auguri dedo

Ale: la panza sarà la batteria del trapano, ma il trapano dopo un pò comincia a fare acqua!!!!

steve ha detto...

SE LO SI USA TROPPO POI LA PUNTA SI ROVINA, SI ROMPE OPPURE SI ACCORCIA

Ale ha detto...

ok... questa discussione sta prendendo una brutta piega...

Mr. Mist ha detto...

Ciah che do io il colpo finale alla rispettabilità del blog!
Per me può rompersi pure per uso frequente, continuo,consapevole, efficace ed instancabile, tanto poi con l'età anche "esso" prende una brutta piega da cui non si rialza più senza pillola blu!
Saluti

P.S. la rima era involotaria giuro!

steve ha detto...

bellissima...

Ale ha detto...

Ecco, appunto. Lo sapevo che parlare di "piega" era rischioso.
Adesso chiudo la baracca e mi ritiro a vita privata...

steve ha detto...

no, dai non fare così....

KUDUK ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
KUDUK ha detto...

Ale, almeno prima di ritirarti dagli qualche px in più!!!!!

Mr. Mist ha detto...

Ueh Ale ma non starai mica scherzando?! Se molli anche tu siamo a posto!
Eppoi non ci credo mica alla storia che ti ritiri a vita privata, secondo me ti metti a scrivere romanzi d'amore per signore attempate!

Anonimo ha detto...

se ti hanno oscurato il blog a lavoro attuando un semplice blocco d'accesso prova ad accerdervi passando per un server proxy, dovrebbe andar bene anche qualche sito per la navigazione anonima come anonymouse.

Prova.

Anonimo Lettore

Ale ha detto...

Grazie AnonimoLettore, domani rischio la mia carriera lavorativa e provo immediatamente!

Se funziona ti devo una birra! :)

Anonimo ha detto...

http://www.oscuramentositi.com/metodo1.htm

gli ho dato solo un'occhiata ma promette bene.
pensavo fosse qualcosa di più serio ma quando hai scritto che il secondo blog non te lo hanno ancora oscurato, allora ho creduto fosse una sciocchezza.
in alternativa cerca con google che di metodi per aggirare blocchi ce ne sono a pacchi!
cmq prova prima andando su anonymouse.org e accedendo al blog passando attraverso di loro: dovrebbe funzionare!

W la libertà!

Anonimo Lettore o Llukas(mi trovi su Gdritalia o la Tana dei Goblin!).
ciauz

Ale ha detto...

Zero... la policy aziendale prevede un surfcontrol che non mi fa uscire da anonymouse o simili. Proverò anche gli altri suggerimenti...
altrimenti mi tocca proprio lavorare...
Ciao Llukas, piacere di conoscerti! ;)