giovedì 12 novembre 2009

133 - L'ACCOGLIENZA DI UN ASSASSINO

Rune si avvicina alla porta in fondo al corridoio, e vi poggia l'orecchio. Silenzio.
Arrivare fin qui non è stata una passeggiata. Trappole, trappole ovunque. E sicari. Certo, c'era da aspettarselo.
Con un movimento deciso il monaco spalanca l'uscio ed entra. E' questione di un battito di ciglia. Il pugnale rotea nell'aria come a rallentatore, riflesso negli occhi di Rune. Il suo braccio è un fulmine, col dorso della mano colpisce l'elsa, deviando il dardo, che si conficca nelle travi di legno del soffitto.
"Ihihih! Ottimi riflessi, non c'è che dire!"
In fondo alla sala Kade sghignazza appollaiato sulla spalla del suo servo mezzorco. Mara sorride, al loro fianco, con le spade corte sguainate.
"Pessima accoglienza, non c'è che dire" ribatte sarcastico Rune, mentre anche i compagni fanno il loro ingresso.
La stanza è più lunga che larga, e ci sono torce lungo le pareti. In fondo, oltre Kade e i suoi, due porte: una esattamente dietro di loro, una lungo il muro di sinistra, ed una scala di legno per il piano superiore.
Il volto di Kade si contrae in una smorfia, come se per lui l'espressione severa fosse uno sforzo: "Siete degli stupidi. Potevate sparire e avere salva la pelle..."
"Non dopo quello che hai fatto a Meis, e non senza le informazioni su mia sorella che avevi promesso" lo interrompe Gimble.
"Il trattamento che ho riservato al Capitano della Guardia non è molto dissimile a quello che voi avete riservato ai miei uomini dopo il nostro primo incontro... vedetela così, vi ho reso pan per focaccia... ihihih!!!"
Il viso di Kade si fa di nuovo serio, mentre sfodera due lunghi pugnali da mischia dall'elsa d'avorio: "e adesso basta con le ciance, è giunt..."
L'halfling è interrotto dall'aprirsi della porta alle sue spalle. Ne esce un uomo completamente glabro, avvolto in una lunga veste nera, che la richiude con il chiavistello.
"Zaran, è un piacere che tu ti unisca alle danze" sogghigna Kade.
Zaran... Zaranzargûl... il negromante della lettera.
Ignorando le parole di Kade, senza il minimo cenno di reazione, Zaran si avvicina alla seconda porta e vi entra, lasciando di sasso l'halfling.
Kade sembra non riuscire a trattenere la rabbia, e stizzito sbraita con gli occhi fuori dalle orbite per l'offesa subita: "Cane maledetto!!! Ti prenderò e ti sbudellerò con i miei stessi coltelli quando avrò finito con loro!!! UCCIDIAMOLI!!! UCCIDIAMOLI TUTTI!!!"

11 commenti:

KUDUK ha detto...

Guarda se fosse la scena di un film sarebbe spettacolare!!!! il tipo che entra ed esce, grande Ale!!!!

Rune ha detto...

Eh eh degno di un Ninja di Hyga

Libertè ha detto...

ma quella risata....madòòòò che nervi!!!!SE vuoi faccio venire lì uno dei miei fedeli guerrieri e lo faccio menare per bene!XD

Ale ha detto...

@Kuduk: La cosa più divertente è come la scenetta sia stata una sorta di sfottò per Kade, e proprio in casa sua per giunta!
La cosa l'ha fatto imbestialire, e urlare in modo isterico... presto ne saprete di più anche su questo nuovo, misterioso Zaran...

@Rune: ma Zaran non è stato furtivo, anzi... voleva proprio farsi notare!

@Libertè: non credo che i PG permetterebbero a uno dei tuoi guerrieri di mettergli le mani addosso... sai, questione di soddisfazione personale!!! XD

Rune ha detto...

Ma il Ninja era riferito a me! Poi più avanti proveremo la presa celeste delle 2 dita

Mr. Mist ha detto...

Ciao Ale,
quoto in pieno Kuduk il taglio cinematografico della scena è eccezionale, (quando sarai un famoso scrittore e sceneggiatore ricordati degli amici di blog).
Zaranzargul si sta accattivando le mie simpatie: con calma olimpica ha asfaltato di fango l'odioso mezz'uomo, sarà una carogna anche lui ma ha stile!
@ Rune: grande la citazione dei Ninja di Hyga di Sasuke! Si vede che sei un appassionato e complimenti.
Salutoni da Mr. Mist

Ale ha detto...

@Mr.Mist: ahahah.... mi sa che dovrete aspettare un bel po'... non sono un DM famoso, ancor meno uno scrittore!

@Rune: sorry, sembrava legato al commento di Kuduk... certo anche tu potevi aiutarmi... sai, soggetto, verbo...

AshuraFantasy ha detto...

Grande Rune... una delle abilità del Monaco che preferisco è proprio quella del deviare i dardi... oltre ad essere utile, fa anche molto fico (lo stile è tutto)!

Non vedo l'ora di sapere come si è svolto questo combattimento...

P.S: Per curiosità, ma che incantesimo aveva fatto Isabel per rendere invisibile Juan nell'episodio precedente?

Un Saluto!

Ale ha detto...

Ciao Ashura!
Era una semplice Invisibilità: è uno degli incantesimi di dominio garantiti da Erevos.

AshuraFantasy ha detto...

Ah ecco svelato l'arcano ehehe... infatti non riuscivo a spiegarmi il binomio Chierico - Invisibilità!
Mi riprometto di leggere le note di ambientazione che hai inserito sul blog (ambientazione che tra l'altro mi piace parecchio, come ti ho già detto).

Un Saluto!

Ale ha detto...

Buona letura, Ashura! Non può che farmi piacere se qualcun altro desidera approfondire l'ambientazione e/o farla sua! Per ora sul blog c'è ancora poco, giusto un po' di storia, le divinità, e le Isole Coloviane. Man mano aggiungerò pezzi di ambientazione quando l'avventura si sposta...