venerdì 8 novembre 2013

388 - LA SFIDA

Hodwinkle allarga le braccia verso gli avventurieri: "Grande Sherzod, voi non immaginate quale grande fortuna! Tra questi viandanti c'è un ottimo fantino!"
"Un ottimo fantino, dici?" chiede lo Sceicco stringendo le palpebre.
"No, non un ottimo fantino, mi correggo: il migliore! Il migliore di tutto il Piano Materiale!"
La sparata è talmente grossa da lasciare i nostri eroi incapaci di ribattere, ma l'intento è raggiunto. Sherzod sobbalza sul sofà, trattenendo a stento la sua esaltazione: "E' magnifico! Voglio che sia indetta una gara, subito! Voglio davvero vedere se il miglior fantino del Piano Materiale può eguagliare i miei migliori fantini! Ditemi, chi, chi di voi è lo sfidante?"
Gli avventurieri si scambiano occhiate spaesate, ma l'attenzione converge presto su Juan, l'unico veramente abile in sella ad un cavallo.
"Voi state scherzando, vero? No, no, non se ne parla!" protesta il coloviano.
"Suvvia, non essere modesto!" tuona Sherzod. "Sarò magnanimo e ti darò il vantaggio della scelta della cavalcatura, per pareggiare il fatto che giochi fuori casa. Le mie stalle sono colme di favolosi ippogrifi!"
"Ippo... che?" sospira rassegnato Juan con un filo di voce.
"Grande Sherzod, ci aiuterete a trovare Ghazeer se Juan gareggerà contro i vostri campioni?" chiede Gimble cercando di riprendere il controllo della situazione.
"Mmmm... una gara non è un dono, e una gara non è una gara senza un premio o una scommessa" afferma pensieroso il genio. "Ho deciso. Se il vostro campione vincerà, io vi aiuterò: questo sarà il vostro premio. Ma se perderà, il mio premio sarete voi: diventerete miei servitori. Accettate queste condizioni?"
"Saremmo onorati di diventare tuoi servitori" interviene prontamente Hearst, "ma abbiamo una missione da compiere e non possiamo trattenerci qui per sempre. Tutti tranne Hodwinkle ovviamente..."
Lo gnomo sbianca in viso: "Ehi! Ma io... maledetto l'istante in cui vi ho incontrati!"
"Chi la fa la spetti" bisbiglia Hearst. "Ti conviene aiutarci al meglio se non vuoi fare aria allo sceicco per il resto dei tuoi giorni..."
"Bene! E' deciso! Vada per lo gnomo! Queste sono le condizioni!" dichiara a gran voce Sherzod. "I miei campioni saranno i miei migliori fantini, i jann Amirarshad e sua sorella Farah."
Nella sala si levano spontanei gridolini di eccitazione, mentre i due jann avanzano al cospetto dello sceicco e si inchinano all'unisono.
Juan li osserva: quei corpi slanciati e quegli sguardi risoluti non promettono nulla di buono.
"Festeggiamo!" conclude infine Sherzod, e la sala riprende a banchettare come se fosse un nuovo inizio.
Juan ha perso l'appetito e la sete, ma quando un inserviente porge al coloviano un nuovo calice ingioiellato pieno di nettare, non ci pensa due volte ad accettarlo. Del resto la coppa precedente è scivolata nella sua sacca...

6 commenti:

Mr. Mist ha detto...

Del resto la gravità nel piano dell'aria funziona in modo bizzarro no?

Ale ha detto...

Giusto, la coppa è caduta nella sacca per propria gravità soggettiva. Come no...

KUDUK ha detto...

Guarda Ale devo fare proprio i complimenti ai tuoi giocatori. Ho visto e sto vedendo i loro personaggi crescere ed evolversi sempre di più... bravi a tutti!!!

Ale ha detto...

Ma sì! Diamogliene atto! Del resto hanno il miglior master del piano materiale! ;P

Ferdi ha detto...

io vi garantisco che la coppa è cadut.....salit, con questa gravità soggettiva non si capisce nulla.
Però appena mi sono accorto dell'accaduto, ho riconsegnato tutto al legittimo proprietario

Ferdi ha detto...

Grazie KUDUK

miglior master di tutti i piani ^_^