mercoledì 25 gennaio 2012

273 - L'ONORE DI UN PIRATA

Black Bart solleva la lama per finire il morente Garzes, ma Juan passa di fianco al capitano inginocchiato frapponendosi tra lui e suo padre. Il coloviano rinfodera la spada corta.
Black Bart guarda il figlio incredulo: "Che cosa significa Juan! Questo cane non merita di vivere!"
"Basta padre. Hai perso. Ucciderlo non servirà a nulla!"
"Servirà invece! Anche se sto per perdere tutto, anche se il mio tempo è giunto alla fine, ne avrò salvo il mio onore di pirata, portando a Correia la testa del suo mastino preferito!"
Juan non trattiene una smorfia: "Per il *tuo* onore! Che insensatezza padre! Se vuoi ucciderlo, allora dovrai uccidere anche me." e allarga le braccia a protezione di Garzes. "Per il tuo onore hai già ucciso tuo figlio una volta, sono certo che non sarà un problema farlo una seconda!"
Un silenzio teso invade la stiva. Black Bart fissa Juan con gli occhi colmi di collera, le labbra serrate e la sciabola alzata sopra la testa, pronta a falciare il coloviano indifeso. I secondi passano con una lentezza innaturale.
Poi il pirata lascia cadere la spada in segno di resa.
Bart abbassa lo sguardo passando per gli occhi di Juan. Il coloviano tira un sospiro, ma il senso di angoscia che porta dentro di sé non l'abbandona. Sa di essere nemico di Salamanca per ciò che ha fatto, sa di essere allo stesso tempo colui che ha posto fine alla leggenda di un uomo che in fondo ha sempre ammirato. Un uomo che pensava di aver cancellato dalla sua vita, e che invece, nonostante tutto quel che è accaduto, non è capace di ignorare. I suoi pensieri corrono veloci mentre alle sue spalle Isabel si affretta a dar soccorso al capitano Garzes.
Cosa c'era negli occhi di suo padre? Ira, rassegnazione, rispetto, delusione... Benché non voglia ammetterlo, il giudizio di quel vecchio pirata in cuor suo lo fa soffrire.
Gli uomini di Salamanca lo afferrano e lo legano,e lo stesso fanno con Black Bart. Juan abbassa lo sguardo, maledicendo la sua indecisione, la sua incapacità di essere forte, o crudele, come Luìs. Maledicendo di essersi trovato a scegliere tra l'affetto per suo padre e la cosa giusta da fare.

Gimble osserva la Sable Drake bruciare, dopo che Garzes ha fatto portare schiavi e merci a bordo del mercantile. Un altro mito di questo tempo che scompare...
"Ci sarebbe da farci uno sceneggiato teatrale..." commenta Grolac alle sue spalle.
Gimble sente il sangue ribollirgli nelle vene. Nessuno lo fa imbestialire quanto il nano per ogni parola che dice, ma questa volta è giunta l'ora della vendetta.
"Black Bart era pur sempre suo padre..." sospira il bardo appoggiandosi al parapetto.
"Ehhh... alla fine, per quante incomprensioni ci possano essere, alla lunga il tempo guarisce tutte le ferite..." Grolac gesticola poetico. "In un certo senso anche io sono stato a lungo la tua vera famiglia..."
"Già... il tempo affievolisce il rancore..."
Gimble fa una lunga pausa.
"Grolac, io ho rispettato la mia parte del nostro accordo, ti ho tirato fuori da quell'inferno in cui ci avevano cacciati Zaran e le Lacrime Rosse. Ora tocca a te... io... devo sapere di Bleena..."
Il nano annuisce, appoggiandosi a sua volta al parapetto: "Maledetto il giorno in cui ho fatto affari coi BlackRabbit, non mi sarei mai cacciato in questo pasticcio. Loro erano coinvolti nella tratta degli schiavi tanto quanto i pirati di Madera. In tutta onestà non so dove li portino, non so dove sia Bleena, ma presumo che la destinazione comune sia Bakaresh..."
"Perché Bakaresh? Cosa se ne fanno là?" chiede Gimble.
Grolac alza le spalle: "Non ne ho idea. Non mi sono mai voluto addentrare nella faccenda. E ho fatto bene, visto che quel poco che so mi ha già fatto passare non pochi guai!"
Gimble si volta e fa per andarsene. Il capitano Garzes è già con i compagni vicino all'albero maestro.
"Nano tu non sei mai stato la mia famiglia... mai. E' ora che tu paghi per tutte le tue malefatte."
Grolac impallidisce: "Non... non puoi farlo... sono stato come un padre per te quando i tuoi genitori ti hanno venduto!"
"Taci nano! Sei solo la persona che più ho odiato al mondo! Ho saputo quello che dovevo da te, non mi servi più! Tuttavia sono certo che potrai raccontare le tue storie al capitano, sarà molto interessato a chiarire il tuo ruolo in tutta questa vicenda!"

18 commenti:

Mr. Mist ha detto...

Momenti di alta interpretazione, i miei complimenti a Ferdi e Ugge, davvero bravi! E bravo Ale che come al solito sa rendere bene le cose nel post!

KUDUK ha detto...

ma Ale, c'è una similitudine tra Bakaresh e Barrakesh o è solo la mia impressione? complimenti ancora, molto avvincente, come sempre!!!

Mr. Mist ha detto...

A rileggere bene l'impressione è anche mia Kuduk!

Ale ha detto...

Che è Barrakesh? O intendete Marrakech, famosa città marocchina? Se intendete la seconda... beh, in un certo senso sì, l'idea non è distante.
Anche se l'idea ispiratrice iniziale è stata Bakaresh (appunto), città del deserto che compare nel videogame Gothic 3 giocato ormai svariati anni fa...

KUDUK ha detto...

Barrakesh è una famosa città del mondo di lupo solitario!!!!

Ale ha detto...

AAAZZZ!!! E' vero! Come ho potuto dimenticarmene!!! Chiedo venia per questo imperdonabile peccato!
Barrakesh: Lupo Solitario n.5 se non ricordo male... non l'ho usata come fonte di ispirazione (visto che nemmeno la ricordavo), ma in effetti le somiglianze ci sono!

Ferdi ha detto...

Grazie Mr.Mist

sinceramente me la sono fatta sotto....temevo l'ultima sciabolata ;-)))

Ale ha detto...

in effetti sono stato indeciso fino all'ultimo, scibolarti è sempre un piacere...

MetalDave ha detto...

Nooo!! Traditore!! Free Black Bart!!

steve ha detto...

mò c'è la parte bella.....

Anonimo ha detto...

Hearst stupra Grolac?

XD

Llukas

Ale ha detto...

che immagine agghiacciante... O_o

steve ha detto...

ma signori...rimango allibito!!!Hearst è una persona dai sani principi morali...

Anonimo ha detto...

eheh :)

Llukas

Mr. Mist ha detto...

L'eterosessualità di Hearst è insindacabile! Mi sorge una domanda spontanea, ma nell'ambientazione in cui giocate le nane hanno la barba?

steve ha detto...

...mai viste...troppo basse per la visuale di Hearst!

Ferdi ha detto...

Ale dice:
in effetti sono stato indeciso fino all'ultimo, scibolarti è sempre un piacere..."""""


mi sa che te ne sei pentito.....
COLPISCI.....COLPISCI
XDXDXD

però ci è voluto coraggio a mettersi tra Garzes e Black.........attimi da infarto XDXD

Ale ha detto...

Colpisci.... colpisci...!!!