giovedì 19 gennaio 2012

272 - VITTORIA E SCONFITTA

Gimble sgattaiola veloce tra le gambe dei contendenti fino alle scalette che portano sul cassero di poppa. Ignorato dai più, sugli scalini giace riverso il cadavere del mago di Berenzan, il corpo trafitto in più punti da numerosi dardi di balestra. Con mani veloci lo gnomo fruga tra i suoi averi, appropriandosi di un pugnale e di un sacchetto di monete. Sudato e teso, Gimble si prepara a giocarsi il tutto per tutto per fermare questa follia, una battaglia che porterà ad un massacro da entrambe le parti, ma che alla fine Salamanca è destinata a vincere.
Lo gnomo torna sui suoi passi verso il centro del ponte, si ferma a poca distanza da Luìs. Quando il pirata finisce un suo avversario, intona una cantilena accompagnata da gesti rituali. Le sue parole tessono nell'aria una trama magica invisibile, suoni mistici che si concentrano nella mente del suo bersaglio.
Luìs sente i muscoli paralizzarsi, le braccia e il corpo duri come pietra non rispondono più al suo controllo, all'improvviso è diventato una facile preda. Il respiro si fa corto, gli occhi guizzano attorno terrorizzati, mentre lo gnomo balza agile su una botte fortunosamente vicino alla sua vittima. Gli prende i capelli e li tira, scoprendo la gola su cui poggia la punta del pugnale. Una goccia di sangue cola lungo il collo.
"Diego!" urla a squarciagola.
Pirati e guardie si girano, ma lo sguardo più eloquente è quello del fratello minore.
"Arrendetevi! Ordina ai tuoi di gettare lo armi o gli apro la gola!"
Gimble prega che il suo piano funzioni. Diego è tra i due fratelli quello moralmente più debole, e Luìs è per lui una guida irrinunciabile. Allo stesso tempo, con Luìs sotto scacco e Black Bart rintanato sotto coperta, Diego rappresenta ora l'unica autorità per l'equipaggio della Sable Drake.
"Mi hai sentito?!?" intima Gimble, facendo scorrere per qualche millimetro la lama sul collo di Luìs, Diego cerca il consiglio del fratello, che con occhi di terrore lo guarda senza poter proferire parola, le labbra sigillate dall'incantesimo del bardo. Le armi tacciono per istanti che sembrano infiniti.
Poi Diego getta a terra la spada: "Fate... fate come dice!"
Un boato corre tra gli uomini di Salamanca.

Bart muove passi circolari attorno a Garzes ondeggiando la sua sciabola, imitato diametralmente da Juan. Il capitano di Salamanca, intrappolato tra i due, lancia occhiate a entrambi cercando di non farsi cogliere di sorpresa.
"Perché Juan..." sussurra Garzes a denti stretti.
Juan tace.
"Hai fatto la scelta giusta figlio mio..."
Bart attacca feroce, Garzes scansa il suo colpo con lo scudo girandosi per fronteggiare Juan. Il coloviano è già scattato in avanti con una piroetta su sè stesso, e ruotando solidale al movimento dell'avversario si porta di fianco al capitano, oltre la portata della sua spada. Quindi impugnando al rovescio e con entrambe le mani l'elsa della spada corta affonda un colpo all'indietro sotto la sua stessa ascella. La lama trafigge Garzes dal basso all'alto sotto le costole, attraverso le giunture della corazza. Il capitano sente il respiro venir meno, barcolla allargando le gambe per mantenersi in piedi.
Black Bart ne approfitta menando un fendente alle spalle che recide di netto i bicipiti femorali.
Juan estrae la lama finendo la sua piroetta, terminando faccia a faccia con Garzes che cade sulle sue ginocchia, gli occhi puntati sul coloviano e la bocca spalancata da cui sgorga sangue. Alla mercé dei suoi nemici.
Bart guarda il figlio con compiacimento e ammirazione, preparando la sua sciabola a mietere l'ennesima vittima.
"No, è finita!" urla Gimble dalle scale che scendono dal ponte. "Arrenditi Bart! E' finita! Salamanca ha vinto! I tuoi uomini si sono arresi!"
Il vecchio pirata sorride. Ha vinto e perso tutto allo stesso tempo, ormai è evidente. Ma nulla al mondo gli toglierà il piacere di uccidere il cane di Salamanca.

4 commenti:

Mr. Mist ha detto...

A quanto pare Gimble ha preso in mano la situazione. Ora resta da vedere se riuscirà a salvare anche il povero Garzes! Mi sa che Metaldave ha azzeccato il sondaggio!

Ale ha detto...

Devo ammettere che Gimble ha giocato veramente d'astuzia quella sera, giocando con attenzione e sfruttando a suo vantaggio la psicologia dei PNG. Non è cosa da tutti...

Ferdi ha detto...

è il sondaggio di Ale che non è andato a buon fine, stando a questo post. quei 5 detrattori mannagia !!!!!

o 5 voti di Steve con 5 profili diversi? XDXDXD CIaoo

KUDUK ha detto...

Grande Gimble, usando un termine calcistico direi:" Decisivo"