martedì 1 aprile 2014

406 - VECCHIE CONOSCENZE

"Kade!" pronunciano gli avventurieri all'unisono, increduli davanti alla figura del mefitico mezzouomo.
"Ihihihihih!!!"
"Non è... non è... possibile! Tu sei morto!" balbetta Rune. "Ti ho ammazzato con le mie mani!"
"Ihihih... eppure sono qui dinanzi a voi!"
Gimble non vuole credere ai propri occhi. La comparsa di Kade in questo luogo ai confini del creato non ha nulla di razionale. "Tu non sei reale, ci stai ingannando, ci stiamo ingannando..."
"Parli di inganno, gnomo, con il maestro degli inganni, ma devo ammettere che come dici tu stesso voi non siete da meno" l'espressione di Kade si fa seria, pur mantenendo il suo diabolico sorriso. "Quante volte ingannate voi stessi nelle vostre scelte? Nella convinzione che ciò che fate sia la cosa migliore? Tu" dice indicando Hearst "scegliesti per due volte di collaborare con me pur di perseguire i tuoi scopi, pur sospettando l'inganno. E allora di chi fu l'inganno maggiore? Tuo o mio?"
"Taci bastardo!" ringhia Hearst colpito nel vivo di una ferita mai rimarginata. "O ti farò pentire di essere tornato! Di tutte le cose che ho fatto l'unica di cui non mi pentirò mai è di aver sgominato te e la tua maledetta banda!"
"Oooh... quante certezze ancora una volta!" esclama una voce dal centro del lago, obbligando gli avventurieri a voltarsi di nuovo.
Comparsa dal nulla, Mara, l'affascinante complice di Kade, scende lentamente le scale di roccia, con la testa ciondolante a causa del collo spezzato, lo sguardo triste pieno di rimpianto.
"Siete così certi che la mia morte fosse meritata? Sì forse sì, ne siete convinti, ma siete ancora altrettanto certi di aver agito per il meglio? Non vi siete posti il dubbio di quanta gente in più ha sofferto per l'ira di mio fratello Henox, non vi siete mai chiesti come le vostre scelte abbiano avuto conseguenze sul futuro di molti ignari cittadini di Puerto del Principe?"
"Il folle piano di tuo fratello non ha niente a vedere con noi e con il tuo destino!" ribatte furibonda Isabel. "Ci stai addossando colpe che non abbiamo, responsabilità di fatti di cui non potevamo sapere. Il nostro unico obiettivo era fare giustizia!"
Mara sorride amaramente: "Nessuno dubita delle intenzioni, ma alla prova dei fatti la verità è un'altra..."
"E' una visione miope quella di chi cerca di compiere il bene perdendo di vista il Bene Ultimo" dice una voce proveniente da destra. L'inconfondibile borbottio che conclude la frase ne anticipa l'identità.
Monsignor Rodrigo incede con le mani giunte, il grasso della pappagorgia che rimbalza ad ogni passo.
"Le conseguenze di ogni azione vanno oltre l'immediato, e spesso possono avere effetti catastrofici a cui non avevamo pensato. Non è forse meglio allora ponderare maggiormente gli effetti delle proprie decisioni? Essere meno avventati e cercare di vedere il Bene maggiore senza cadere nell'illusione di ciò che pare giusto al primo istante?"
"Non ci si può fermare e riflettere all'infinito per non sbagliare..." controbatte Juan scuotendo la testa.
"...eppure la leggerezza di una scelta può avere conseguenze non solo su sé stessi, ma anche sugli altri" continua una voce da sinistra: il Capitano Garzes è lì con il suo con portamento altero, le braccia incrociate. "Come potete accettarlo? Com'è possibile arrogarsi il diritto di scegliere della vita degli altri, delle decisioni degli altri, del futuro degli altri? Colui a cui volete ridare la memoria può aver *scelto* di dimenticare, di non sapere! Che diritto avete di opporvi, di decidere al posto suo, di ridargli la memoria? Se non lo desiderasse? Siete mai stati sfiorati da questo dubbio?"
La rivelazione nelle ultime parole di Garzes ha un effetto dirompente. Per un istante la mente di ognuno dei presenti è un caos di pensieri e perplessità. Se fosse vero? Possibile che Ghazeer volesse solo dimenticare? Possibile che ora per ottenere giustizia stessero contrastando una sua scelta, portandogli ancora dolore? Quanti altri avevano già sofferto per questo loro modo di agire, quanti altri avrebbero sofferto ancora?

13 commenti:

jamila ha detto...

Mmmmhhh... è una bastardata più grossa (e raffinata) di quella che pensavo!

Mr. Mist ha detto...

Beh io pensavo ad un "Phantasmal Killer" invece è il vecchio ma sempre efficace gioco dell'insicurezza sulle scelte e le loro conseguenze.A questo punto però il gruppo si è spinto troppo avanti per farsi fermare dai soliti dubbi! La posta in gioco è troppo alta ed il gruppo è piùmaturo più consapevole di sè della propria forza e delle proprie debolezze e degli errori da cui hanno tratto le giuste lezioni!

Ale ha detto...

Il colpo di scena del ritorno di un acerrimo nemico morto ha comunque funzionato, perché per un po' della discussione -che qui ho molto sintetizzato- i PG hanno creduto davvero di avere davanti Kade, senza capire come fosse possibile. Effetto shock riuscito, ma se fosse stato vero sarebbe stato una vera forzatura, inspiegabile, ingiustificata.
E invece come giustamente rilevi, la faccenda è molto più sottile ed infame di un semplice "ritorno di una vecchia conoscenza". In realtà qui sono i ricordi stessi dei PG a metterli in difficoltà.

Ale ha detto...

@Mr.Mist: quello che dici è vero, indubbiamente il gruppo è più maturo e consapevole. Tuttavia il giochino funziona ancora perché si sono trovati spesso scottati...

Mr. Mist ha detto...

E' vero è capitato che il gruppo abbia commesso dei passi falsi, ma dai propri errori s'impara molto ed è così anche per i personaggi dei tuoi giocatori.
Ho visto gruppi a cui tutto era sempre andato bene sgretolarsi ed impantanarsi di fronte al primo parziale insuccesso, a volte sbagliare serve anche nei gdr e questo l'ho imparato proprio leggendo il tuo blog!

jamila ha detto...

Di sicuro, è una cosa che ai Pg fa parecchio male...

Mr. Mist ha detto...

Ehi ragazzi non avevo notato il passaggio di livello, bravi complimenti! :-)

Ale ha detto...

Sì, ho aggiornato... mi pare fosse avvenuto in quel periodo più o meno...

Mr. Mist ha detto...

Scusate sto avendo problemi a lasciare i commenti questa (se riesce) è solo una prova!

Ale ha detto...

prova riuscita!

KUDUK ha detto...

torno dal play di Modena e mi trovo sto post bello e bastardissimo... Grande Ale... scusa se latito ultimamente ma stiamo organizzando 10000 eventi e il prossimo week end c'è torino comics...

Ale ha detto...

Ultimamente è ancora più difficile presenziare a questi eventi mondani quali le fiere, dato che nel weekend quando mia moglie lavora sono spesso di corvè col pupo...
Tuttavia se per caso dovessi liberarmi e venire a Torino il prossimo weekend ti faccio un fischio!

KUDUK ha detto...

oooooooooookay, vaaaaaaaaaa bene!!!