sabato 29 dicembre 2012

332 - SACCO A SORPRESA

"Maledizione, sta portando via Juan!" esclama Rune, con in sottofondo il continuo lamentarsi di Fazil disperato per la sorte loro e del fratello.
"Piantala o ti strappo la lingua!" lo minaccia Hearst innervosito, ottenendo immediatamente il desiderato silenzio.
"La cicciona ha mollato qua il suo sacco!" osserva il guerriero. Senza dire altro Hearst passa all'azione e approfittando dell'assenza di Trocla sale lo scalino naturale e s'infila nella grossa e maleodorante sporta.
"E' pazzo!" commenta Rune.
All'improvviso le urla di Juan riempiono la gola, facendo temere il peggio. Poi i passi di Trocla fanno tremare il terreno, la chierica, il monaco e Fazil tornano a nascondersi. Come previsto, la gigantessa è tornata per il suo sacco, che raccoglie e trascina verso il suo bivacco, senza badare allo strano incremento di peso.
Quando Trocla svolta l'angolo del canyon, Isabel e Rune avanzano con circospezione oltre il gradino naturale.

Trocla appoggia il sacco vicino al fuoco morente; sgranchisce il braccio ferito. Il tipo sotto il masso non parla più, è molto bianco. L'uomo nella gabbia afferra le sbarre di legno: "Trocla, ti imploro lasciaci andare! Non torneremo mai più, te lo prometto!"
"ZITTO! NON ANDATE DA NESSUNA PARTE! LORO SONO CENA, E TU SEI UCCELLINO CANTASTORIE DI DRUUB. IO NON TI MANGIO SOLO PERCHE' TU RACCONTI BELLE FAVOLE A DRUUB E DRUUB MALATO DORME BENE. IO NO BRAVA CON FAVOLE. MA SE NON FAI GIUSTO IO MANGIO ANCHE TE!"
Trocla si avvicina al sacco, in cui custodisce l'ascia di pietra che userà per macellare le sue prede di oggi, fa per aprirlo.
Succede tutto in un istante. Lo spadone di Hearst disegna un montante, poi un rapido colpo di taglio per allontanare la gigantessa. La lama apre due profondi squarci a croce nell'addome di Trocla, che cade seduta. Druub si mette a urlare e piangere spaventato. Isabel e Rune accorrono da oltre la svolta.
Trocla si spinge all'indietro con le gambe, afferra la sua clava, vibra un colpo d'istinto dinanzi a sé verso il guerriero che incalza. La reazione rapida e inattesa coglie Hearst alla sprovvista, il randello lo colpisce in pieno con forza sovrumana facendolo volare gambe all'aria per diversi metri fuori dalla grotta. La gigantessa si mette faticosamente in piedi, tenendosi le budella con il braccio ferito. Perde sangue dalla bocca, barcolla, ma dallo sguardo sembra più che intenzionata a finire Hearst inerme e dolorante. Le cose si mettono male.
Isabel gioca il tutto per tutto. Solleva lo scettro di Carnegie al cielo, invocandone il potere maggiore, poi lo punta su Trocla. L'aria si riempie di elettricità. Un fulmine e un boato scaturiscono dal nulla collegando lo scettro e la gigantessa.
Odore di carne bruciata. Trocla cade a terra fumante in preda alle convulsioni.

6 commenti:

Mr. Mist ha detto...

Eh adesso che cosa farà il gruppo? Cosa ne sarà di Juan e del pover Druub? Lo sapremo l'anno prossimo!
Buon 2013 e tanti auguri!

Ale ha detto...

Forse Mr. Mist c'è ancora spazio per un post nel 2012! ;)

KUDUK ha detto...

anche se in ritardo auguri!!!

Ale ha detto...

Auguri anche a te Kuduk!

ursha ha detto...

Mi ero dimenticato dello scettro di Carnegie...

Sarà stata una buona idea fare ricorso ad uno strumento di proprietà di quel pazzo diabolico?

Ale ha detto...

In questo caso direi proprio di sì, le cose si stavano mettendo male: del resto è pur sempre una succosa Verga dei Tuoni e Fulmini!