martedì 18 gennaio 2011

210 - ARACNOFOBIA

Quando anche Gilead e Juan fanno il loro ingresso nel rifugio di Taleryn, tutti quanti tirano un sospiro di sollievo. Il calare della tensione lascia emergere tutta la stanchezza della fuga e il bisogno di riposo, oltre alla consapevolezza di aver perso completamente la nozione del tempo.
Mentre i nostri eroi condividono le ultime scoperte, la discussione si focalizza sul compito più difficile, il corno dell'Inevitabile. L'ingegno degli avventurieri li spinge a proporre piani bizzarri e idee assurde, difficilmente applicabili con le poche risorse a disposizione. Tuttavia, quando parlano del passaggio racchiuso tra le rampe di scale, l'espressione di Taleryn si fa estremamente interessata.
"Quella conca tra le scale dovrebbe tornarci utile" suggerisce il vecchio mago. "Il golem deve avanzare lento su quegli scalini per non cadere, e il soffitto è basso... se riusciste a farci arrivare l'Inevitabile con una certa velocità, l'abbassamento repentino del soffitto potrebbe spezzare il suo corno."
"Potremmo usare dei muschi per rendere scivolosi i gradini..." propone Juan.
"Dubito che funzioni" dice Gimble scuotendo la testa. "Quell'ammasso di ferro è troppo pesante per scivolare su qualche muschio. Inoltre, non dimenticare che sa riconoscere gli ostacoli. Così come rallenta per affrontare gli scalini, è probabile che rallenti per evitare zone scivolose."
"Gimble ha ragione, ma l'idea non è da buttar via del tutto" dice Taleryn.
"Bene mago, pensaci su allora" ribatte Juan, mentre si appresta a coricarsi.
Gilead chiude la discussione: "Ora riposiamoci, ne abbiamo tutti quanti bisogno. Domani esploreremo il passaggio segreto trovato mentre tornavamo. Chissà che non nasconda una scorciatoia per uscire di qui."

"Hai controllato bene, Juan?" chiede Gilead.
"Sì, diamine! Te l'ho già confermato! Hai la zucca dura elfo!" sbotta spazientito Juan. "Non ci sono trappole!"
Gilead spinge la sezione di muro, la quale risulta molto più leggera di quanto si aspettasse.
L'elfo entra seguito a pochi passi di distanza dai compagni, illuminando l'area con la debole luce di un monile-cristallo, aguzzando la sua vista proverbiale.
Di fronte a lui si apre una stanza, piena di ragnatele. Alcuni pezzi di legno sono sparsi sul pavimento e si scorge a malapena una sorta di buco sul soffitto, del diametro di un paio di piedi.
Gilead avanza con circospezione.
"Cosa vedi?" Chiede Juan.
"Nulla, non sembra esserci nulla di interessante a parte... AAAH!!!"
Qualcosa cade improvvisamente sull'elfo. Gilead sente numerose zampe pelose correre sul suo corpo, e un doloroso morso che l'infilza alla spalla. D'istinto il ranger afferra la creatura scagliandola lontano da sé, sentendone il corpo d'aracnide sotto le dita. Un ragno, grande quanto un cane!
"Uscite! Uscite!" urla Juan, facendo passare e coprendo Gilead, che si tiene la spalla dolorante.
I compagni non si fanno pregare, fiondandosi fuori dal passaggio.
Juan scorge il ragno nella penombra rimettersi sulle sue otto zampe, pronto a tornare alla carica. Il giovane si gira pronto ad uscire dalla stanza, ma con orrore nota che Gimble sta già richiudendo la porta segreta. Lo spettro di rimanere in questa stanza buia, sudicia e in compagnia di un ragno troppo cresciuto gli fa bollire il sangue.
"Gimble! Nooo!" urla Juan, gettandosi sulla porta appena in tempo. Lo gnomo si ferma, Hearst riapre di colpo il passaggio, per richiuderlo con forza una volta fatto uscire il coloviano.
Juan prende fiato, il suo sguardo si posa duro su Gimble: "Maledizione gnomo! Volevi farmi ammazzare!"
Gimble balbetta imbarazzato: "Scusami, non volevo... nella foga ho creduto che fossi già fuori!"
"Spero si tratti davvero di un errore" dice Juan rassettandosi i vestiti consunti. "Non mi piaciuto questo scherzetto..."
Nel frattempo Isabel osserva la ferita sulla spalla di Gilead, circondata da un alone violaceo. L'elfo, pallido in volto, accusa un forte senso di nausea.
"Ti è andata bene, il veleno sembra non essere penetrato... vedrai che in poco tempo starai meglio."

15 commenti:

jamila ha detto...

Io al posto di Gilead sarei morta! E senza bisogno del morso! Forse però, visto che il ragno era così grosso, sarei riuscita a reagire...

Anonimo ha detto...

sempre peggio...

Llukas

Ale ha detto...

@J: ma come? paura di queste innocue bestioline? ;)

@Llukas: quest'avventura è stata una lenta discesa verso l'inferno... per ora gli animi non sono ancora spossati, il bello deve ancora venire. Spero di riuscire a rendere l'idea andando avanti.

Mr. Mist ha detto...

I ragni sono sempre dei rognosi avversari, non sai mai che tipo di veleno hanno ma stai tranquillo che hanno il veleno!

MetalDave ha detto...

Ma non bastavano i cannibali, gli altri prigionieri simpatici come un dito nel c*lo, un golem di ferro assassino ed il fatto che siano completamente senza equipaggiamento? Pure i ragni giganti velenosi?
Sei veramente un sadico (ma è per questo che ci piaci)! :-)

Rune ha detto...

Masterfobia

ferdi ha detto...

Divino MASTER volevo fare un appunto:
Questa frase dubito che l'abbia detta Juan, in quanto certi posti non smuovono l'entusiasmo del Mercante per fare nuove scoperte
Che ne pensi?
----"Nel frattempo domani esploreremo il passaggio segreto trovato mentre tornavamo. Chissà che non nasconda una scorciatoia per uscire di qui."

Anonimo ha detto...

"quest'avventura è stata una lenta discesa verso l'inferno...";

Grande Mastere!

XD

Llukas

Ale ha detto...

@Dave: come ho già detto, il bello deve ancora venire. In quest'avventura, quanto a sadismo, mi sono sfogato!

@Rune: sono buonissimo!

@Ferdi: hai ragione, volevo tagliare sulle battute... ho modificato. Ovviamente questa "leccata" telematica (...divino master...), seppur doverosa, non ti porterà alcun beneficio in termini di gioco...

ferdi ha detto...

MH !!!!!

ma io quello che scrivo, lo penso veramente.......

OK, per la modifica.

Siccome avevi commentato il post precedente, dicendo che Juan non era incline di entrare in certi posti, mi sembrava opportuno segnalare, più che altro per la storia e l' "etichetta" che ho dato a Juan.

Un errore di poco conto visto che non sbagli mai !!! XD XD

Rune ha detto...

Fidegh che leccata

Ale ha detto...

ne pagherà le conseguenze...

jamila ha detto...

Non è paura.
é molto peggio. NOn so perché, biscie, topi e insetti mi lasciano indifferente. Ma i ragni... brrrr!

Poveri giocatori, che conseguenze vuoi fare pagare: peggio di così...

ferdi ha detto...

Credo che la frase ---ne pagherà le conseguenze--- fosse riferita a me

Ale ha detto...

esatto.... ihihihih!!!